Home News Attualità Caffetteria: l’offerta giusta in pasticceria

Caffetteria: l’offerta giusta in pasticceria

8
0

Una pasticceria di qualità, che punta su prodotti di alto livello, non può esimersi dall’avere una proposta di caffetteria altrettanto eccellente, che diventa elemento di diversificazione e vantaggio competitivo

La pasticceria deve dedicare al caffè la medesima attenzione che dedica ai propri dolci, dalla scelta della materia prima alla preparazione, fino al servizio.

La proposta di caffetteria diventa elemento differenziante e vantaggio competitivo solo se è strutturata correttamente. È indispensabile distinguersi, servendo caffè di alta qualità, siano essi miscele o singole origini. Così come è fondamentale saper padroneggiare le diverse tecniche di infusione e preparare bevande a base di caffè che si discostino dalla tradizionale triade, caffè, macchiato e cappuccino.

Il cliente deve poter trovare in pasticceria qualcosa di più della solita tazza amara che può consumare ovunque. In questo contesto la qualità della materia prima, la formazione e la cura nella preparazione sono ingredienti fondamentali.

5 CONSIGLI DA SEGUIRE

  1. Svecchiare l’offerta. Andare oltre le proposte tradizionali è indispensabile. Occorre saper preparare a regola d’arte sia le bevande classiche sia preparazioni dal sapore più internazionale. Sapete cosa sono un cortado o un ice latte?
  2. Scegliere una buona miscela. L’espresso ottenuto da una miscela è la base della caffetteria italiana. Il profilo equilibrato è in grado di incontrare maggiormente il gusto del consumatore. In pasticceria la dolcezza dovrebbe guidare la scelta: sì a caffè dolci, floreali, complessi nel gusto, no a prodotti sovra tostati.
  3. Monorigine per completare l’offerta. Affiancare a una miscela di qualità anche un caffè monorigine, magari cambiandolo periodicamente, è un buon modo per offrire una migliore esperienza al cliente.
  4. Non più di due macinini. Avere troppi caffè in uso è controproducente. Bastano due macinini – tipicamente una miscela e un monorigine – per evitare che il caffè si deteriori col tempo.
  5. Pairing sì, ma nel modo giusto. Proporre abbinamenti tra dolci e caffè può essere una buona idea, ma senza appesantire il servizio. Meglio farlo in determinati momenti oppure organizzando eventi dedicati

fonte: www.dolcesalato.com

(8)