Home News Attualità Consapevolezza, professionalità e… curiosità

Consapevolezza, professionalità e… curiosità

15
0

La dolcezza è sempre attuale, non solo quella legata ai buoni sentimenti e un valore che dovrebbe appartenere a tutti, considerando quanto ce n’è sia bisogno nell’epoca (complicata) nella quale viviamo. È sempre moderna e proiettata nel futuro anche la dolcezza di chi ha le mani in pasta e lavora per creare ed offrire a golosi consumatori, (per la loro gioia) una serie infinita di prodotti, morbidosi bignè, gustosi gelati, torte di ogni fattura capaci di mandare in visibilio le papille gustative e altre mille bontà del genere.

Il dolce è sempre di moda.
Anche e soprattutto per questo motivo la professione del pasticcerie è assolutamente e sempre contemporanea, perché vive e respira i bisogni del consumatore e poi inventa, crea prodotti capaci di soddisfare ogni esigenza. La consapevolezza del proprio ruolo nel contesto sociale, rende il pasticcerie assolutamente contemporaneo, attuale. Una consapevolezza che si eleva ancor più in quella crescita professionale che è ormai fattore imprescindibile per chi vuole operare e competere sul mercato. Professionalità, oltre che conoscenza dei bisogni dei clienti, significa anche profonda conoscenza delle materie prime. E qui parliamo di materie prime di qualità, con le quali esaltare il gusto, adoperarli in modo equilibrato, dosando i giusti valori nutrizionali, e farlo per ogni creazione, per ogni prodotto che possa soddisfare ogni diversa occasione di consumo: dalla prima colazione del mattino, fino al dolcetto della buonanotte, che molti consumatori si regalano come il giusto e meritato premio alla fine di una giornata.
Competenza, ma anche curiosità, anche questa virtù è fondamentale, infatti se i maestri pasticceri di un tempo non avessero avuto il pregio della curiosità (che poi è l’anticamera della creatività) non sarebbero stati inventati prodotti formidabili che hanno fatto e ancora fanno la storia di questo mondo. Per questo il professionista deve sempre sperimentare nuove strade, senza temere la tradizione, anzi avendo il coraggio di portare avanti la sua unicità, consapevole del suo valore, valorizzando l’identità del suo prodotto, prezioso dispensatore di dolcezza, quella dolcezza che non passa mai di moda e per questo fa del suo creatore (il caro vecchio pasticciere) un operatore sempre moderno, anzi futurista.

(15)