Home News Attualità Gambero Rosso: i tre coni 2018

Gambero Rosso: i tre coni 2018

12
0

Quando si parla di “gelato e  futuro”  si fa riferimento ad un alimento prodotto artigianalmente, selezionando materie prime nobili, che sia sempre più sano per tutti, sostituendo gli zuccheri, passando per il latte nobile, per quello senza lattosio, fino ai sapori primordiali di quello crudo. 

La guida Gelaterie d’Italia del Gambero Rosso ha questa ambizione, raccogliere gli indirizzi dei protagonisti d’eccellenza dell’arte gelatiera italiana. Per l’edizione 2018 sono quattro i nuovi Tre Coni, ma le recensioni eccellenti sono in totale 40: in testa l’Emilia Romagna con 7 insegne; 6 per Piemonte e Lombardia; 5 Toscana e Lazio; 2 Liguria, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Campagnia e infine con 1 troviamo Marche, Basilicata e Sardegna.

I nuovi Tre Coni

Marco Serra Gelatiere, Carignano (TO)
Il talentuoso gelatiere, che si è fatto conoscere nella gelateria torinese Mara dei Boschi, inizia una nuova avventura e lo fa nella città dove è nato, a Carignano, in un palazzetto in pieno centro. Un bancone lungo sei metri per circa 20 proposte, setose, pulite e di gran gusto. Corteccia di baobab e maranta come addensanti per un gelato sublime.

Oasi American Bar, fara Gera D’Adda (BG)
È la presidente dell’Associazione Maestri della Gelateria Italiana, Candida Pelizzoli conquista i tre coni con il suo locale polifunzionale che dedica al gelato uno spazio speciale. Studia, sperimenta, ama abbinare frutti e ortaggi per un gelato leggero e intenso nel gusto.

Greed Avidi di Gelato, Frascati (RM)
Ricercatore instancabile, promotore consapevole del territorio, artigiano attento e goloso al punto giusto: Dario Rossi. Il suo è un prodotto che mira dritto al gusto originale dell’ingrediente che lo compone, senza alterazioni o inutili orpelli, che sia dolce o salato.

La Gourmandise, Roma
Non chiedetegli un cono, perché per Dario Benelli il gelato si degusta come si deve solo in coppetta. Perché non si aggiunge niente a un prodotto completo così com’è. Il suo laboratorio è il suo regno, avvolto da un’alchimia unica per un prodotto che conquista al primo soave assaggio.

I PREMI SPECIALI:


Miglior gelato al cioccolato
Il premio va al gelatiere Stefano Dassie di Treviso. In ogni ricetta di Stefano si celano studio e ricerca e il risultato non può che essere un prodotto salubre ed estremamente gustoso. Con il cioccolato il bravo  artigiano di Treviso ha un feeling unico e il prodotto che ne risulta è intenso come deve essere, di grande eleganza e leggerezza nella struttura, in tutte le declinazioni disponibili.

Gelatiere Emergente
Ad aggiudicarsi il premio è Nicolò Arietti di Gelati d’Antan di Torino. Un gelatiere giovane e talentuoso, un artigiano acceso e in continuo aggiornamento. Che con il gusto Malvasia dolce Doc (il Gelato del Vignaiolo) si è aggiudicato l’ultima edizione del Gelato Festival di Torino.

Miglior Gelato Gastronomico
Il premio va ad Andrea Bandiera della Cremeria Scirocco di Bologna. Il pallino per il gelato salato lo ha avuto sin dall’inizio, quando ha deciso di abbandonare la sua carriera di informatico e dedicarsi all’arte del freddo. Andrea Bandiera collabora costantemente con cuochi e produttori. Ecco alcuni  gusti che rappresentano il suo modo di concepire il gelato gastronomico: parmigiano e fichi secchi, gorgonzola e noci e un pesto senza aglio con pinoli, mandorle, pistacchi, scorza di limone, olio, sale e basilico.

Sostenibilità
Ad aggiudicarselo è Stefano Roccamo di Stefino di Bologna. In tempi non sospetti ha dato vita a un gelato completamente naturale e certificato bio. Solo il primo passo per un prodotto e un sistema che fosse principalmente sano ed etico. Quella di Stefano Roccamo è una gelateria eco sostenibile a 360 gradi: un accurato sistema recupera l’acqua di raffreddamento dei frigo e dei pozzetti, il packaging è totalmente biodegradabile, gelati e sorbetti sono privi di glutine, grassi idrogenati, emulsionanti, stabilizzanti, aromi sintetici e coloranti artificiali.

LE GELATERIE TRE CONI

PIEMONTE
Canelin – Acqui Terme [Al]
Marco Serra Gelatiere – Carignano [To]
Alberto Marchetti – Torino
Mara dei Boschi – Torino
Ottimo! Buono non basta – Torino
Soban – Valenza [Al]

LIGURIA
Cremeria Spinola – Chiavari [Ge]
Profumo – Genova

LOMBARDIA
La Pasqualina – Almenno San Bartolomeo [Bg]
Oasi American Bar – Fara Gera D’Adda [Bg]
Paganelli – Milano
Pavé – Gelati & granite – Milano
Chantilly – Moglia [Mn]
L’Albero dei Gelati – Monza

VENETO
Golosi di natura – Gazzo [Pd]
Zeno Gelato e Cioccolato – Verona

FRIULI VENEZIA GIULIA
Scian l’insolito gelato – Cordenons [Pn]
Fiordilatte – Udine

EMILIA ROMAGNA
Cremeria Santo Stefano – Bologna
Cremeria Scirocco – Bologna
Stefino – Bologna
Bloom – Modena
Ciacco – Parma
Cremeria Capolinea – Reggio Emilia
Sanelli – Salsommaggiore Terme [Pr]

TOSCANA
Carapina – Firenze
Gelateria della Passera – Firenze
Chiccheria – Grosseto
De’ Coltelli – Pisa
Dondoli – San Gimignano [Si]

MARCHE
Paolo Brunelli – Senigallia [An]

LAZIO
Gretel Factory – Formia [Lt]
Greed Avidi di Gelato – Frascati  [Rm]
Gelateria dei Gracchi – Roma
La Gourmandise – Roma
Otaleg! – Roma

CAMPANIA
Di Matteo – Torchiara [Sa]
Cremeria Gabriele – Vico Equense (Na)

BASILICATA
Emilio – Maratea [Pz]

SARDEGNA
Bar Centrale Gelateria Pizzeria – Marrubiu [Or]

(12)